.
Annunci online

  AngelBixio Racconta....
 
Viaggi
 


                                                                                           



I miei amici di Blog:
 
Bambola  Lestat  
 QualcosaDiMe  Silvia 
Morgana 
       

  
   
                  

"Finché abbiamo dei ricordi,il passato dura.

Finché abbiamo delle speranze,il futuro ci attende.
Finché abbiamo degli amici, il presente vale la pena di essere vissuto." 
  
                                              
    angelbixio83@libero.it
 8fabrizio.valente3@libero.it

                         

                                                                  
                  Posa fashion :-P
 
Alter ego
                        
                 Cantando all'impazzata...
  
 Angel Mobile
                              
                 Io e lo stress
  
     Io a lavoro -I love BK - 
                                   
                      La mia vita...

I miei angeli...
 
 
   
 
 
 
 
 
 

Io e my brother Andrea

Io e Lestat

Gruppo di esauriti!!!!

Antox e Lisa

Io & Tartarughina
 

  Anto,colui che ha bisogno dei"suoi spazi"

I fantastici 4

Trovate le differenze :-P

Io - Chiaretta - Diamante

Giorgietta e Io

   Mary - Dony - Simo - Faby

    My Brother Ndea - Fabry - Roby - IO


 

 

 


2 settembre 2007

Sardegna, un itinerario tutto da scoprire!!

 

 

Sardegna, Sardegna e ancora Sardegna: San Teodoro, località piena zeppa di gioventù… Dalla veloce stima che ho effettuato prendendo una ventina di campioni a caso  ho notato che per lo più sono Romani!Dalla serie faccio 500 km per cambiare aria e ti trovi in spiaggia a combattere con l’essenza di Roma coatta : “Aòòòòò, poRco disse!!Me stà a fa sbRoccà!Mo te do na cinquina poRco due!”.

Si va a passeggiare lungo la costa e chi incontri?Romani!

Si va al centro a far compere per negozi e chi incontri?Romani!Certo che siamo proprio come il prezzemolo…ogni angolo della terra è nostro!bhà!

Che dire delle vacanze, ho stilato una lista delle cose da non fare per il prossimo anno così da evitare ulteriori cadute di capelli e stempiature varie dovute a forte stress!La lista aimè è da completare e non potrà essere pubblicata ma mi soffermerò indirettamente su alcuni aspetti che mi hanno permesso di trascorrere un indimenticabile e divertente vacanza. Ironia? Manco troppa, vabbè insomma alla fine sono stato bene, si poteva fare di meglio…ma sono stato bene:-P

Partenza all’alba Domenica 18 con destinazione Civitavecchia.

Arrivati al porto ci mettiamo in fila per salire sulla famigerata “Sardinia Ferries”, un nome, una garanzia!Vedere per credere!Tradotto in parole povere un peschereccio del 1820 resistito ad entrambe le guerre mondiali e tramutato successivamente in nave per il trasporto umano = una catapecchia!

Saliti a bordo cerchiamo riparo e posti a sedere ma “magicamente e come da copione” manco un posto libero!E già niente cuccetta dove rifocillarsi perché il simpaticone signorino dell’agenzia si è dimenticato di inserirla nel biglietto di andata! Il solo modo per sopravvivere è la moquette in pelo di topo selvatico ingrifato, ci convinciamo e ci sediamo per terra!Una volta partiti e già messi con l’anima in pace un annuncio rallegra la mia giornata iniziata un po’ storta : “Il signor Valente è desiderato in reception”.Pensiero fugace: “Evvai hanno trovato la cabina!” Corro verso lo sportello dalla simpaticona vestita a festa saltellando per la gioia e le faccio segno che il signor Valente sono io, le faccio vedere il biglietto e mi inserisce una bella cuccetta formato famiglia.Il mio sorriso arriva a 350 denti senza considerando i molari…ma ecco che dal nulla spunta un omonimo che minaccia la mia quiete che con aria curiosa si avvicina allo sportello e chiede alla signorina perché è stato chiamato…Una serie di pensieri animano la mia testolina : “ OPS, Forse la cuccetta non è per me…ora devo escogitare un piano, fingo di sentirmi male, anzi no, fingo di essere un suo parente lontano…invento un nome, che so, Francesco o Alessandro, cazzo in ogni famiglia c’è sempre un Alessandro o Francesco…no, no, faccio il prepotente, prendo le chiavi e mi chiudo dentro!”. Diciamo che questi pensieri non li ho proprio elaborati lì per lì ma ci sono andato vicino.

Le 7 ore di viaggio son volate, tra giocate a “UNO”, “PINACOLA”, NINTENDO DS (età celebrale elaborata: 80 anni!)e intrattenimenti vari…come prendere il sole sul ponte della nave e ritrovarsi una maglietta tutta al naturale stampata sul corpo…per ulteriori info chiedere al latticino di Valentina che per una settimana si è tenuta i segni del sole alla muratora, molto fine!:-P

Sbarchiamo ad Olbia e dritti, dritti verso l’agenzia “Obiettivo Vacanze”(non so se il nome è stato scelto per farmi prendere per il culo o per puro caso, fatto sta che questo obiettivo non l’ho mai raggiunto!) dove li ci aspetta un simpaticone che ci fa pagare 32 euro a cranio di pulizie finali (manco fosse la reggia di Caserta) e 25 euro di caparra!Da lì poche parole in sardo sono uscite spontanee:
“Aiò, sul cazzo mi stai già, pochi soldi io portato ho e tu, tutto preso hai a me!”

Intorno alle 17 di sera arriviamo alle villette BILO di “nuova fabbricazione” con 4 posti letto (2 sul letto matrimoniale e 2 catapultati in cucina su un divano letto senza un armadio dove mettere i propri vestiti), senza condizionatore ma soprattutto…udite, udite, SENZA CARTA IGIENICA!E per uno come me che va al bagno una volta si e l’altra pure rappresenta l’affronto più grande che io possa ricevere!SACRILEGIO.

La vacanza ha inizio ed insieme a lei anche le sclerale e prese di posizioni ansiolitiche più disparate…dal che facciamo ora, domani, dopodomani e per il resto della vacanza, al non mi va di fare questo e quest’altro! Chi ha detto che 8 teste sono difficili da far conciliare? Cavolo, ha proprio ragione! 8 stili diversi di vita, 8 caratteri completamente diversi, 8 amici sclerali…ehy, sembra la presentazione di un film, non so perché ma in questo momento mi vengono in mente in Power Ranger(Testa malata)!!

Primo appunto di un viaggiatore sfigato, scritto naturalmente a caratteri

CUBITALI:

- Pensione completa, serviti e riveriti senza dover decidere chi far cucinare...anche perché mi ritengo una sega in cucina e onde evitare sensi di colpa EVITIAMO!

 

A porre completamente fine alle mie speranze è stato il maltempo…un nuvolone di Fantozzi sopra le nostre casette ci ha fatto compagnia 4 giorni su 7…mare mosso o sole inesistente, altro che abbronzatura by Sardegna…sembra di essere stato in Alaska!

Allora in questi casi che si fa? Sfogare la rabbia facendo shopping?si, ma dove?ma certamente in un fantastico bunker di 40 negozi su 3 piani che osano chiamare “Centro Commerciale”(mamma come sto diventando critico!).

Non sto qui a raccontare ogni singolo giorno, perché non mi basterebbe l’intero blog, ma mi soffermerò su alcuni momenti salienti…come i 140 km fatti per un capriccio di uno dei componenti del gruppo che nonostante il mare forza 21 e la bufera abbattutasi su San Teodoro (estremizzato un po’ per rendere l’idea) voleva andare per forza sui gommoni ad esplorare le calette!!!E via, si parte! I restanti 7, nonostante la perplessità, ci siamo imbarcati e con tanto di coraggio abbiamo affrontato un viaggio che successivamente si è rivelato un DRAMMA : 3 ore di viaggio su strade di montagne sperdute, a tornanti e con tanto di curve a gomito…penso che manco Heidy ha mai osato tanto!!Tutto questo grazie al mio amicuzzo di viaggio TOM TOM che ha contribuito a rendere la vacanza più entusiasmante…Tatiana(l’autista della seconda macchina) mi sta ancora mandando maledizioni!;-P

  E che dire dei “posaceneri presi in prestito” in giro per i ristoranti :-P , 
    Travestimenti vari improvvisati con tanto di borsa di Louis Vuitton...
                                       
                                                      ...serate da pensionati...

                    ...esplorazione in villaggi antichi con guide accattivanti...
.              
..tazze del water rotte per negligenza (vero Ely che con la sola imposizione del suo sedere ha pensato bene di lasciare un ricordino al sardo testina)...

pasta fredda, insalata di riso, pasta fredda e ancora insalata di riso, pasta fredda e insalata di riso(strano)!

camminate allucinanti per raggiungere calette con spiagge da sogno..tutto questo per risparmiare 7 Euro di parcheggio (braccine corte?mmm…)
 
pedalate con il pedalò controcorrente per raggiungere un isolotto...
ristoranti che terminavano le portate che ordinavamo…e tanto altro ancora!Insomma...sardegna, un itenerario tutto da scoprire!!!



 




permalink | inviato da AngelBixio il 2/9/2007 alle 2:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


9 ottobre 2006



E come in ogni vacanza che si rispetti il tempo passa in fretta…fine settimana alternativo in quel di Cesenatico…Luogo tranquillo, forse un po’ troppo per noi che siamo di RomaJ abituati al solito ed inevitabile caos del traffico!!(che tanto l'abbiamo incontrato nel rientro!!35min di fila al casello!e come direbbe un noto cantante:"GRAZIE ROMA")


Mi sono documentato su uno dei luoghi più suggestivi che mi ha particolarmente colpito..

 

                                      

In un castello situato a Montebello, in provincia di Rimini, nella seconda metà del XIV secolo, sparì misteriosamente una bambina, che ancora oggi fa parlare di se: si tratta di Guendalina Malatesta vissuta nel Medioevo, ma conosciuta da tutti come il fantasma Azzurrina.
Guendalina era albina e aveva i capelli bianchi. L'albinismo, nel medioevo, era fonte di sospetto e paura. Le sue caratteristiche somatiche, non erano viste con simpatia e, per questo, fu accusata di stregoneria e destinata ad una morte atroce. Per farla sopravvivere e darle una speranza, i genitori non le permettevano l’uscita dal castello. Preoccupati per il futuro della figlia e per proteggerla da tali infamie, decisero di tingerle i capelli con una sostanza a base di erbe, che scuriva i capelli, ma che al contatto della luce emanava dei riflessi azzurri. Così che, tutti iniziarono a chiamare la bambina con il nome di
"Azzurrina".
Ma la storia che viene tramandata da secoli riguarda la sua strana morte, avvenuta all'interno del castello. Si racconta che il 21 giugno 1375 durante un temporale, Azzurrina stesse giocando con una palla fatta di pezza e spaghi. La palla rotolò giù per una scala, che conduceva alla ghiacciaia e la bambina corse a recuperarla. Due soldati udirono un grido e si precipitarono a cercarla. Ma ogni tentativo di ritrovarla fu inutile. Il castello e l’intero borgo furono setacciati per giorni e giorni... Azzurrina era scomparsa, come dileguata nel nulla.
Dal 21 giugno, ogni cinque anni, nella notte del solstizio d'estate, nel Castello di Montebello appare il fantasma di Azzurrina, la si ascolta ridere o piangere e si sente la sua voce. Da tempo molti studiosi ed esperti stanno tentando di capire l’origine di questi suoni. Dal 1990 sono state effettuate anche delle registrazioni dell'evento, che vengono fatte ascoltare ai turisti che visitano il castello. In questi nastri, realizzati dalla RAI e dall'Università di Bologna, si sente una voce di bambina piangere sottovoce in mezzo ai rumori di un temporale. L’università di Bologna iniziò subito degli studi approfonditi e si riuscì, sempre durante il solstizio nel 1995, a registrare anche il rumore della palla che rimbalzava, il ritocco delle campane e la voce più limpida di Azzurrina, tanto da riuscire a capire chiaramente che pronunciava la parola “mamma”. Nello stesso giorno dell’anno 2000 la stessa università, registrò ancora i lamenti della bambina. Oggi il castello di Montebello, è visitato da centinaia di persone non solo per il suo valore storico-artistico, ma anche per il fantasma di Azzurrina. (
http://www.mitidiromagna.it/fantasma_azzurrina.asp )




permalink | inviato da il 9/10/2006 alle 20:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


4 ottobre 2006

Week-end Amatriciano

        

Eccomi qui reduce dalla mini vacanza della scorsa settimana,iniziata con il battesimo di mio nipote e terminata con i miei amici Cristina,Elisa e Diego.

 

L’inizio…      30.09.06

Suona la sveglia alle 7.30 con la canzone di Jovanotti(Per me)  -tanto per alleviare il duro impatto del risveglio-  mi alzo,connetto il cervello(velocità 56Kb), corro a prepararmi…APOCALISSE…Domanda che tutti su questa terra sicuramente si pongono quando si ha un occasione speciale: “E adesso????Che mi metto???Vado bene con questa?o quest’altra??”in quei momenti vorresti fermare il tempo però STRANAMENTE ti sembra che la lancetta vada più veloce del solito!!Metto la prima cosa elegante che mi capita..in fin dei conti faccio solo il PADRINO!!:-P  non si può certo dire che passo inosservato!!Vabbè…

Salgo in macchina ore 20.30 destinazione Lago di Scandarello(vicino Amatrice)..inizio cerimonia alle 11!Penserete: “sapevi la meta..ci avrai messo una volata,no?”…e invece la furbizia fatta persona chiamata Fabrizio non sapeva la strada!Accendo il mio amato TOM TOM(che devo dire che so più strade io che lui)e come volevasi dimostrare non ha saputo dirmi la destinazione…preso dal panico mi dirigo verso la Salaria (E’ vero che tutte le strade portano a Roma…ma perché non ad Amatrice????)e imperterrito e temerario affronto il viaggio alla cieca e senza cane(si è rifiutato di accompagnarmi)!Ma tutto è bene quel che finisce bene: Fabrizio vs TOM TOM 1-0 palla al centro!Alle 11 in punto riesco a raggiungere la chiesa…e che chiesa,è una bomboniera,piccolina dove all’interno centrano al massimo 20 persone!Mi dà l’idea di un ambiente accogliente...quasi quasi mi faccio prete!

Praticamente si è rivelato un vero gioiellino immerso tra il verde degli alberi e il lago di Scandarello…TRANQUILLITA’ FATTA LUOGO!Si sentivano solo in lontananza il cinguettio degli uccellini e il rumore delle foglie…proprio quello che mi serviva: UN PO DI RELAX!!!

Devo dire che la cerimonia è stata leggera ma allo stesso tempo emozionante…HO FATTO DA PADRINO al mio nipotino Luca!Troppo bono!

Image Hosted by ImageShack.us
Rimarrà impressa dentro me…la sua espressione mentre il parroco lo stava battezzando…mi ha guardato e mi fatto un sorriso tutto gengive(l’espressione:a 3000 denti risulterebbe impropria visto che ha solo 5 mesi!!),chissà a cosa pensava…forse a quanto gli adulti siano bizzarri nel fare certi “riti”.

Wow da oggi ricopro un ruolo importante:aiutare Luca a seguire il cammino ecclesiastico!

Una domanda: “ma se con la chiesa ho deragliato molti anni fa come farò a insegnargli cosa significa essere credente??J” mamma,certo che quando mi ci metto sono davvero blasfemo!

Finalmente…

Arrivata la sera,tra un antipastino di montagna e un bicchiere di vino,finalmente mi incontro con i miei amichetti…giunti sul cucuzzolo della montagna solo ed esclusivamente per farmi compagnia..mi vogliono troppo bene!!!(in realtà si sono fatti la vacanzetta per conto loro,mi ha detto bene che le mete coincidevanoJ ).

Dopo saluti ai nonnini di Cry siamo andati alla festicciola(che definirei più festa privata o per esagerare..un matrimonio tra parenti stretti)a Sant’Angelo dove abbiamo mangiato e bevuto A GRATIS!che scrocconi!!

Menu della sera:

- Pasta alla carbonara (con uovo crudo pesantuccio)

- Fagioloni con le cotiche (potete immaginare il concertino notturno in quel     paesello..EMERGENZA SMOG,il giorno dopo camminavano a targhe alterne!)

 

Subito dopo,insoddisfatti del menu(troppo leggero per i nostri gusti)siamo andati da HAAAlfio!

Che tra antipasto a base di affettato e ancora vino siamo arrivati alle 23..ABBOTTATI(termine romano che rende a pieno il significato…).

Diciamo che alzare il gomito è un po’ riduttivo…vabbè insomma…a serata inoltrata ci siamo trovati a cantare al karaoke canzoni allegre come Battisti e i cugini di campagna...e ad assistere a ballate spericolate di una ultra sessantenne fatta di vinello..Vi presento Carla!..diciamo che è stata la nostra attrazione della serata!:-P (potete immaginare come l’abbiamo presa in giro!!).

Serata trascorsa in piena spensieratezza e con un concerto a piena ugola di Elisa e Cristina che hanno alzato l’umore del locale…diciamo sembrava piu che altro un concerto degli 883 con tanto di ballerina annessa;-P!!

E tra una bevuta e l’altra e mille risate,la serata è trascorsa alla grande!non mi sono soffermato con i dettagli perché avrei riempito tutto il blog ed ho preferito rimanere sul generico:-P

Non mi resta che ringraziare Cristina,Elisa e Diego per i fantastici momenti che mi regalano giorno dopo giorno…sorrisi che nascono dal cuore…e che ringiovaniscono l’anima!Amicizie che non importa dove ti trovi,riesci a star bene comunque.Grazie di cuore!Un abbraccio…Bizio




permalink | inviato da il 4/10/2006 alle 20:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

sfoglia     ottobre       
 

 rubriche

Diario
Video
Viaggi
Musica
2 Risate

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Il mio lavoro
Silvia
La mia Laser
La pallavolo vista da noi
I ragazzi della laser
Testi canzoni
Tempo libero
Lestat
Bambola
Tartarughina
QualcosaDiMe




Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom